Assicurazione Kasko



Le polizze RC auto coprono solo i danni di responsabilità civile in caso di sinistri che provochino danni a terzi. Ma se una persona si volesse tutelare da altri episodi di sinistro deve ricorrere ad altri tipi di polizza. Uno di questi è la polizza Kasko.

La polizza Kasko infatti è una polizza che risarcisce i danni che possono incorrere al proprio autoveicolo per circostanze fortuite durante la normale circolazione su strada, danni che la normale RC non risarcirebbe. Si tratta ovviamente di una polizza facoltativa i cui premi spesso sono piuttosto elevati e pertanto è consigliata a chi dovesse avere un autoveicolo nuovo e di alto valore economico che, nel caso di sinistro, richiederebbe riparazioni molto più costose di quanto possa essere il premio annuale della polizza Kasko.

Il risarcimento tramite la polizza Kasko esula dalla responsabilità del guidatore nel provocare il sinistro. Quindi, anche se il guidatore coperto da Kasko causa dei danni alla propria autovettura, questa polizza provvederà al risarcimento. Quindi scopo fondamentale della Kasko è quello di avere la possibilità di una copertura assicurativa anche nel caso in cui non siano altri a causare danni al nostro veicolo e perciò per tutti quei casi di incidente in cui non si possa reclamare il risarcimento tramite la polizza di responsabilità civile di un altro guidatore.
Questa polizza quindi copre sinistri come, ad esempio, il ribaltamento, la collisione contro un qualsiasi oggetto, collisioni in seguito ad un’uscita di strada, o qualsiasi altro tipo di collisione occorso durante la circolazione su strada. Inoltre una polizza di questo genere potrebbe, ovviamente dietro pagamento di un premio ancora più elevato, coprire altri tipi di eventi come i danni provocati ad un veicolo da atti vandalici o eventi atmosferici.

Comunque anche questo tipo di polizza può offrire diverse opzioni: la polizza completa, con premi più elevati, risarcisce qualsiasi danno, indipendentemente dalla responsabilità; la polizza detta mini-kasko invece rimborsa i danni subiti dal veicolo dell’assicurato ma solo in caso di incidente, dimostrato, con un altro veicolo. Alla stipula del contratto inoltre si può scegliere anche il livello di copertura che può essere a valore assoluto (per qualsiasi entità di danno), a primo rischio assoluto (che prevede un massimale che non è legato al valore dell’autovettura), a secondo rischio (con un massimale legato al valore dell’autovettura).