Assicurazioni a Napoli meno care: problemi con Rc auto unica



Assicurazioni auto moto a NapoliI problemi generati dai rincari delle polizze auto e moto al Sud sembrano senza via d’uscita. Con la tariffa Rc auto unica in tutta Italia le assicurazioni a Napoli sarebbero meno care, ma secondo Ania, (l’Associazione Nazionale Imprese Assicurative), il prezzo più alto lo pagherebbero gli automobilisti del Settentrione (per confrontare i preventivi assicurazioni utilizza il motore di ricerca di SosTariffe.it). L’associazione ribadisce che l’eccessivo costo dell’Rca in alcune Regioni, deriva dalle uscite esorbitanti sopportate dalle compagnie assicurative a titolo di risarcimento, fermo restando che la maggior parte delle truffe e dei sinistri taroccati si verificano proprio nel Meridione. Insomma, le assicurazioni non sono un Bancomat cui attingere mettendo in scena incidenti fasulli: in questo quadro la tariffa Rc auto unica seppellisce il problema reale e – non da meno – “sposta” i rincari al Nord.

Il sogno di assicurazioni a Napoli economiche potrebbe trasformarsi in un incubo per gli altri automobilisti. Il criterio della residenza per misurare gli elementi del rischio–sottolinea Ania- è adottato in tutta Europa, ed è questo a determinare il costo medio del premio Rca: anche a Southempton si paga meno che a Liverpool, come a Madrid la metà di Bilbao e lo stesso avviene in Italia. Nel nostro paese alla fine del terzo trimestre 2015 il costo medio nazionale si aggirava attorno alle 450 Euro con le seguenti differenze di importo: 710 Euro assicurazioni Napoli, 530 Euro a Roma, 430 Milano e 330 Udine. L’introduzione della tariffa Rc auto unica invece di assottigliare le differenze potrebbe ribaltare la cartina dell’Italia in quanto a costi, così, le tariffe più alte sarebbero al Nord.

Ania sostiene che se l’obiettivo della tariffa Rc auto unica è abbassare i prezzi, alcuni emendamenti, se approvati, produrranno l’effetto contrario, tanto che il costo delle polizze, a fronte di assicurazioni Napoli meno care, non lieviterebbe solo a Nord ma anche per gli automobilisti al Sud delle altre Regioni. Gli assicurati napoletani che oggi spendono meno avendo installato una scatola nera ad esempio, subirebbero un aumento del premio. Uno degli emendamenti più criticati nell’ambito della tariffa Rc auto unica è la proposta di eliminazione degli accertamenti tecnici strumentali delle lesioni per documentare i famosi colpi di frusta. In caso di approvazione delle modifiche, queste si tradurrebbero in incentivi alle truffe. Ania ricorda come l’entrata in vigore degli accertamenti tecnici ha generato fino ad oggi un risparmio medio di 25 Euro per 40 milioni di polizze (1 miliardo di Euro l’anno).

Grandi danni potrebbero derivare anche dallo stralcio del limite dei 90 giorni per la presentazione della lista testimoni. Gli ultimi dati dimostrano come gli incidenti siano denunciati con gravi ritardi, specialmente alle assicurazioni a Napoli, che ricevono nel 30% dei casi la documentazione anche 18/24 mesi dopo il sinistro.

Insomma le polemiche sulla tariffa Rc auto unica continuano in un incessante dibattito. Per adesso, si resta in attesa delle novità su approvazione o rigetto delle modifiche richieste.