Come risparmiare personalizzando l’assicurazione casa



Polizze preventivi casaCasa dolce casa… peccato che mantenere un immobile in affitto o di proprietà sia un continuo esborso. Esistono costi fissi da affrontare come il mutuo o le rate da pagare al locatore. Si tratta tuttavia di spese previste e prevedibili, che possono essere affrontate ogni mese mettendo i soldi da parte, come d’abitudine. Come sostenere invece spese improvvise e imprevedibili come il furto di beni preziosi, elettrodomestici o mobili, lo scoppio e il crollo di parti di casa e e gravi guasti agli impianti? La soluzione è offerta dall’assicurazione casa: ecco come risparmiare personalizzando la polizza (per ottenere preventivi gratuiti in un click utilizza il comparatore preventivi casa di Sostariffe.it).

Chi cerca una polizza casa ha innanzitutto l’esigenza di proteggere l’immobile nella sua globalità, cioè di tutelarsi contro eventuali danni interni ed esterni, ma anche di proteggere la famiglia. Le classiche coperture offerte nei pacchetti base sono infatti le seguenti:

  • assicurazione casa contro i danni ai locali;
  • assicurazione casa contro la responsabilità civile verso terzi della famiglia;
  • assicurazione contro guasti agli impianti comprensiva di interventi tecnici;
  • assicurazione contro il furto.

In generale dunque le polizze casa coprono la sottrazione da parte di malviventi di argenteria, oggetti elettronici e ogni bene di valore contenuto nell’immobile, ed è importante per questo che alla stipulazione della polizza si provveda a redigere una lista completa di oggetti e la loro stima certificata. La maggior parte delle assicurazioni coprono anche le ipotesi di scippo e rapina, lo scoppio e l’incendio dell’abitazione sotto forma di polizza contro i danni ai locali, i guasti domestici, i danni arrecati ai vicini e l’assistenza legale.

Su richiesta dell’interessato in fase di preventivo, è possibile personalizzare l’assicurazione casa e risparmiare e aggiungere tutte o solo alcune garanzie, perché più la polizza è completa maggiore è la convenienza (intendiamo dire che seppure aumenta il costo del pacchetto il sottoscrivente si garantisce una tutela a 360° contro tutti i rischi).

Preventivo assicurazione casa: quali fattori incidono sul costo?

Il costo di ogni copertura, anche di quelle relative al pacchetto base, varia a seconda di diversi fattori: ecco qualche esempio:

  • il prezzo della copertura furto aumenta se l’immobile si trova in zone o città dove si riscontra un alto tasso di criminalità;
  • l’assicurazione casa rischio scoppio ha prezzi differenti in base allo stato degli impianti elettrici (attenzione! Nessuna compagnia risarcisce l’evento se gli impianti non sono a norma!), alla presenza o meno di bombole a gas etc etc;
  • la responsabilità civile verso terzi aumenta o diminuisce di prezzo se ci sono abitazioni contigue, come avviene nei condomini, perché aventi come lo scoppio avrebbero conseguenze peggiori.

Il segreto per risparmiare con la personalizzazione dell’assicurazione casa dunque, sta nella scelta del pacchetto base più completo e conveniente per l’immobile oggetto di richiesta. Come trovarlo? L’aiuto concreto lo offrono i comparatori di polizze casa online, che permettono di ottenere assicurazioni in ordine di prezzo per esigenze specifiche, tanto per immobili di proprietà che in affitto, sotto forma di Rc inquilino.

Vediamo dunque come personalizzare la polizza con la compagnia Europ Assistance

Sul portale web di Europ Assistance si può richiedere un preventivo assicurazione casa in pochi minuti. La prima cosa da fare è indicare se l’immobile è di proprietà o in affitto e successivamente indicare se si ha bisogno di una copertura che tuteli le utenze domestiche (luce e gas), la sola abitazione, l’abitazione e la famiglia oppure integrare la polizza con il mutuo. Dopodiché il sistema chiede di indicare se si tratta di villa o di appartamento e se si tratta della casa abituale o di un immobile secondario.

A questo punto occorre indicare il comune in cui si trova l’immobile, i metri quadri, la data di decorrenza dell’assicurazione casa e la sua fine. Simulando la seguente richiesta con il comparatore di SosTariffe.it:

villa di proprietà sita ad Olbia (OT) 120 mq per copertura casa e famiglia utilizzata come abitazione principale

abbiamo ottenuto un preventivo di 220,30 euro annuali che comprende: incendio al fabbricato, incendio del contenuto, conduzione abitazione e capofamiglia, assistenza abitazione e relativa estensione. Con circa 20 euro in più si può risparmiare con la personalizzazione assicurazione casa ottenendo il pacchetto Silver che include anche la tutela legale.

Assicurazione viaggio medica: i Paesi a rischio



Assicurazioni assistenza medica viaggiOrganizzare una partenza verso Paesi a rischio senza adottare le necessarie cautele può esporre i viaggiatore al pagamento di costi sanitari elevati e di mancata assistenza in loco. Gli imprevisti in viaggio possono essere di diverso tipo, dal semplice infortunio alla malattia, dall’incidente stradale alla necessità di viste mediche o di operazioni chirurgiche urgenti. Per proteggersi dunque è indispensabile conoscere la lista dei Paesi a rischio in cui è d’obbligo o consigliabile munirsi di assicurazione viaggio medica: l’unica soluzione in grado di risarcire tutte le spese sanitarie e di fornire prestazioni e assistenza eccellente anche all’estero (confronta le assicurazioni viaggio con il comparatore di SosTariffe.it).

Vaccini e assicurazione viaggio medica

Se alcune malattie sono conosciute in tutto il Mondo come l’Aids, il colera e la malaria, ne esistono altre meno note ma altrettanto pericolose e diffuse in alcune aree che prendono il nome di febbre gialla, chikungunya, dengue, malattia del sonno, schistosomiasi e patogia meningococcica. I Paesi a rischio in cui possono essere contratte sono i seguenti:

Afghanistan, Algeria, Angola, Bangladesh, Benin, Botswana, Burkina Faso, Burma, Burundi, Cambogia, Cameroon, Chad, Congo, Costa d’avorio, Djibouti, Eritrea, Ethiopia, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea-Bissau, Guinea Equatoriale, India, Indonesia, Liberia, Libia, Madagascar, Malawi, Malaysia, Mali, Mauritania, Marocco, Mozambique, Namibia, Niger, Nigeria, Pakistan, Papua, Repubblica Centrale Africana, Rwanda, Senegal, Sierra Leone, Somalia, Sudan, Tanzania, Thailandia, Togo, Tunisia, Vietnam, Western Sahara e Zimbabwe.

Per quel che riguarda le malattie infettive è importantissimo fare le vaccinazioni, che possono essere prenotate in ogni Regione nei centri specializzati (per visualizzare la mappa dei Paesi a rischio basta collegarsi al portale Viaggiare.miolink.com). In queste Nazioni ovviamente non esiste il sistema sanitario italiano, e per viaggiare sicuri bisogna munirsi di assicurazione viaggio medica, che garantisce una lunga serie di prestazioni sanitarie comprese nel premio pagato.

Le polizze viaggio all’estero non sono coperture obbligatorie ma assolutamente consigliabili e necessarie se si viaggia in uno dei Paesi a rischio citati e, più in generale negli Stati Uniti, in Cina, in India e in Africa per una semplice ragione. In queste Nazioni e Continenti l’assistenza medica e ospedaliera è carente, oppure privata e a pagamento con prezzi inaccessibili.

Cosa copre l’assicurazione viaggio medica

Tanto chi si rivolge alle agenzie viaggi, tanto chi organizza una partenza fai-da-te, avrà a che fare con l’approfondimento delle coperture incluse nella polizza medica. La maggior parte delle compagnie di assicurazioni specializzate in viaggi propongono una copertura base che comprende le seguenti garanzie:

  • trasporto ospedaliero;
  • assistenza medica reale e consulto medico telefonico H24 sette giorni su 7;
  • spese ospedaliere e interventi chirurgici;
  • eventuale prolungamento del soggiorno;
  • rimpatrio e viaggio a/r di un famigliare.

A queste garanzie possono aggiungersi l’assistenza di un interprete, la traduzione della cartella clinica e altre prestazioni. E’ essenziale che chi sottoscrive l’assicurazione viaggio medica perché si reca in uno dei Paesi a rischio o per maggiore tutela, in altri luoghi, faccia attenzione alle limitazioni del risarcimento presenti nel contratto, ai massimali e ai sottomassimali. I massimali e i sottomassimali in particolare, indicano la cifra massima che l’assicurazione è disposta a rimborsare o risarcire e per quanto tempo. Tipico esempio di sottomassimale è l’indennizzo del viaggio di un parente spesato in hotel solo per alcuni giorni, dopodiché le spese restano a carico dell’assicurato o dei famigliari.