Viaggi in auto all’estero: come funziona l’assicurazione?



Assicurazioni viaggi vacanzeQuando si organizza un viaggio all’estero con la propria auto è necessario adempiere alcuni obblighi legati all’assicurazione, un aspetto fondamentale per evitare problemi durante il proprio soggiorno al di fuori dei confini nazionali. Oltre ad individuare l’assicurazione più vantaggiosa grazie al comparatore di polizze viaggio, prima di viaggiare all’estero è importante verificare che la propria assicurazione auto valga per i paesi che si intende attraversare con il proprio veicolo.

Per quanto riguarda l’Unione Europea, quando si guida oltre ai confini nazionali sarà sufficiente avere a portata di mano tutta la documentazione relativa alla propria polizza RC Auto stipulata in Italia. Lungo le strade degli Stati membri dell’Unione Europea non ci saranno particolare problemi di validità dell’assicurazione auto e sarà possibile utilizzare il proprio veicolo liberamente. In alcuni Stati europei (Austria, Bulgaria, Moldavia, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, e Ungheria per l’UE e la Svizzera) è richiesto l’acquisto della vignetta o bollino autostradale che attesta il pagamento delle tasse per le autostrade e consente, quindi, la circolazione all’auto in tali strade.

Quando si viaggia al di fuori dei confini dell’UE sarà, invece, necessario munirsi di un documento chiamato Carta Verde. Si tratta di un certificato di assicurazione della propria auto che garantisce la copertura assicurativa a livello internazionale. Grazie alla Carta Verde, un’auto potrà circolare liberamente anche in Stati diversi da quello di immatricolazione.

Per ottenere questo documento sarà necessario contattare la propria compagnia assicuratrice che provvederà al rilascio, in tempi brevi, della Carta Verde. Alcune assicurazioni già includono, tra i vari bonus, questo tipo di documento permettendo così all’automobilista di muoversi liberamente con il proprio veicolo. La Carta Verde è valida nei seguenti Paesi: Albania, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Montenegro, Russia, Tunisia, Turchia e Ucraina.

Se si prevede di viaggiare in altri Paesi in cui non è valida la Carta Verde sarà necessario stipulare un’assicurazione auto temporanea relativa allo Stato che si prevede attraversare. In questo caso, è bene sottolineare, sono previsti costi extra decisamente superiori rispetto a quelli correlati al rilascio della Carta Verde da parte della propria compagnia assicurativa.