Cosa è il massimale



Nelle polizze Rc auto il massimale è la somma più alta che può essere risarcita all’assicurato da parte della compagnia assicurativa nel caso in cui si verifichi un sinistro. Quindi questa è una clausola piuttosto delicata e da valutare bene nel momento in cui si decide di sottoscrivere una polizza assicurativa di responsabilità civile.

Se si supera il livello del massimale provocando danni più gravi di quelli inclusi nel massimale dovrà essere l’assicurato stesso a dover rispondere personalmente della cifra in eccesso. Per evitare questa eventualità l’assicurato può decidere, insieme alla propria compagnia, di elevare il livello del massimale, ovviamente dietro pagamento di un premio annuale più alto.

La vecchia legge del 1969 sulla Responsabilità Civile Auto stabiliva che la cifra massima che una compagnia assicurativa potesse risarcire fosse pari a 750 mila euro. Ma è chiaro che ormai questa cifra potrebbe risultare insufficiente, soprattutto se si considerano incidenti che coinvolgano più autoveicoli o provochino feriti o vittime. Basta tenere conto che i tribunali spesso calcolano il risarcimento per la persona eventualmente infortunata in proporzione al reddito al quale la persona stessa deve rinunciare a causa dell’infortunio.
Così, a quarant’anni di distanza dalla vecchia legge, il massimale è stato elevato a 1 milione di euro nel caso in cui il sinistro provochi danni solo a cose, e a cinque milioni di euro nel caso in cui il sinistro provochi danni alle persone.

Nel calcolare il risarcimento di un sinistro non possono essere incluse le spese legali per eventuali controversie volte ad accertare la responsabilità del sinistro stesso ma devono essere incluse solo le spese legate ai risarcimenti per i danni provocati a cose o persone; e sono solo queste le spese incluse nel massimale e che consentono di raggiungerlo e, al limite, di superarlo.

Come abbiamo già detto, alcune compagnie assicurative offrono l’opportunità di elevare il massimale oltre le cifre stabilite per legge dietro pagamento di un premio annuale più elevato, concordato tra le parti. Inoltre, in alcuni casi, le compagnie prevedono la possibilità di far sottoscrivere ai propri clienti delle polizze che non prevedono alcun massimale, ma in questo caso il premio da corrispondere può raggiungere cifre estremamente alte, garantendo però all’assicurato risarcimenti che possono ammontare a qualsiasi cifra.

Resta da dire comunque che i massimali stabiliti in Italia sono tra i più bassi d’Europa e per questo si prevedono degli innalzamenti per adeguarsi alle leggi europee.



Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    *