Assicurazioni imprese



Anche nel mondo del lavoro le polizze assicurative si rendono necessarie. Esse assumono un ruolo di primo piano nell’evitare l’ingorgo della catena produttiva causata da errori meccanici e/o gestionali.
Ogni categoria del mondo del lavoro può beneficiare di una copertura assicurativa: dalle imprese ai liberi professionisti, ai singoli lavoratori. Alcune di queste polizze, poi, sono persino rese obbligatorie dalla legge.

Di primaria importanza è la copertura assicurativa per i lavoratori dipendenti che li protegga dagli incidenti sul lavoro e dalle malattie professionali. In questo caso la polizza assicurativa è a carico del datore di lavoro, calcolata in base al reddito del lavoratore e alla percentuale di rischio legata al lavoro svolto. Inoltre le aziende devono anche stipulare una polizza assicurativa per la responsabilità civile derivante da eventuali danni della produzione causati a terze persone. Infatti la legge stabilisce che chi produce prodotti o parte di essi è responsabile dei danni provocati dagli stessi nei confronti di terzi.

Un altro settore che prevede una copertura assicurativa, benché non obbligatoria, è quello delle assicurazioni crediti: esse danno la possibilità alle aziende di fronteggiare con tranquillità i rapporti coi debitori ed eventualmente far fronte alle loro insolvenze.

Anche nel campo della libera professione non esiste in Italia una copertura assicurativa obbligatoria, ma fortemente consigliata. Molto spesso, infatti, proprio i liberi professionisti si ritrovano a fronteggiare cause di risarcimento dagli importi elevati. Questo perché, generalmente, le loro attività sono delicate, (si pensi ai medici, agli architetti, agli avvocati), e toccano spesso aspetti importanti della vita dei loro clienti.



Fai conoscere questo articolo:


    Lascia un commento

    *